Sodalitas, a tavola con gli ultimi

WhatsApp Image 2020-04-03 at 17.47.51 (5)

Nel tempo del bisogno, generosità e solidarietà a Iglesias, dalla mensa di via De Villa i pasti arrivano nelle periferie

di Annalisa Atzei

La solidarietà non va in vacanza. E se da una parte la diffusione del Covid-19 continua a far preoccupare per il crescere dell’emergenza sanitaria nel Paese, dall’altra i volontari sanno bene che è proprio in queste occasioni che bisogna rimboccarsi le maniche, quando il numero delle persone da assistere cresce a vista d’occhio. Non solo ammalati, ma anche tante persone sole e tante famiglie bisognose che ricorrono ai servizi assistenziali. E dove sino a un mese fa almeno si riusciva a portare qualcosa in tavola, ora che il coronavirus costringe tutti a casa, anche potersi permettere la spesa al supermercato diventa un lusso. Anche nel nostro territorio la povertà non si ferma davanti a una mascherina protettiva e se anche i numeri dei contagi sono rassicuranti, la crisi economica è tornata prepotentemente a bussare alla porta degli iglesienti. “Con le restrizioni messe in atto per prevenire la diffusione del virus, molte piccole attività hanno chiuso e purtroppo anche le persone che riuscivano a racimolare qualche euro con qualche lavoro in nero ora sono in forte crisi” fa presente Gabriella Troncia, segretaria dell’Associazione Sodalitas, che da oltre trent’anni a Iglesias si prende cura dei meno fortunati. La mensa solidale è tra i servizi che Sodalitas assicura a tutti i suoi assistiti che in questo modo possono almeno godere di un pasto caldo a pranzo: inizialmente c’è stato qualche problema, ma poi, grazie anche all’intervento dell’Amministrazione comunale e dei tanti volontari che si sono resi disponibili, rispettando tutte le norme previste dal decreto del Consiglio dei Ministri, la mensa ha ripreso regolarmente la sua attività e al servizio offerto nella sede di via Melis De Villa, si è unita anche la possibilità di distribuire il pasto in altri punti della città. “Per evitare assembramenti, abbiamo delle sedi distaccate per la distribuzione anche nella parrocchia di San Pio X a Serra Perdosa e presso la sede di Soccorso Iglesias a Coldilana – racconta la signora Gabriella – ai 120 pasti giornalieri quindi si sono aggiunti anche questi pasti distribuiti in tutta città”. Alla solidarietà non viene meno la generosità dei cittadini che, in particolare nei momenti del bisogno come questo, non fanno mancare il proprio contributo: in tanti ogni giorno donano generi alimentari alla mensa; qualcuno lascia la spesa in sede, altri la fanno recapitare direttamente dai market, altri ancora, come la sezione locale dell’associazione Bersaglieri, organizzano delle collette con cui poi poter acquistare i viveri. “L’aiuto di tutti è fondamentale, e vedere con quanta generosità le persone si mobilitano per aiutare i più bisognosi è commovente” continua la segretaria, “Iglesias e i suoi cittadini, come sempre in tutte le situazioni di difficoltà, risponde con grande sensibilità alle richieste di aiuto”. Fondamentale in questa rete di operatori che ininterrottamente si adoperano per sostenere le persone più indigenti, è il contributo della diocesi e della Caritas diocesana insieme ad altre associazioni locali come le Vincenziane, con cui Sodalitas collabora da anni. Grazie anche alla presenza dell’Emporio della Solidarietà in città l’approvvigionamento dei viveri per la mensa è sempre sicuro e questo, sommato alle generose offerte e al supporto da parte dell’Amministrazione, fa sì che si possa far fronte al crescente numero di persone da aiutare. “Noi volontari ci mettiamo il cuore – conclude la signora Gabriella – ma a fare davvero la differenza è l’aiuto che arriva da chi ci sostiene, il ringraziamento deve andare a tutti coloro che rendono possibile tutto questo”.

WhatsApp Image 2020-04-03 at 17.47.51 (6)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: