Argonautilus, blackout su internet

Nonostante siano stati oscurati (e poi recuperati) i profili social della associazione Argonautilus, proseguono gli appuntamenti estivi letterari nel territorio

di Giulia Loi

 

FOTO: FILM THE LIFE 

Per quasi una settimana la loro pagina di Facebook, per motivi ancora sconosciuti, è stata cancellata insieme alla disattivazione del profilo degli amministratori, ma non si sono persi d’animo i membri dell’associazione Argonautilus, che continuano nella loro opera di diffusione della cultura nonostante l’intoppo. Diverse, infatti, le presentazioni di libri, gli eventi organizzati in rassegne che l’associazione è comunque pronta continuare per il resto dell’estate. Oltre alla rassegna “Connessioni – Il festival delle Idee” che si svolgerà a partire dal 23 luglio fino a settembre nei luoghi più suggestivi del comune di Gonnesa, torna per il terzo anno il “Kimbe Book Fest” al Kimbe Bar di Portuscuso. Il primo appuntamento si è svolto il 13 luglio con la presentazione del libro di poesie “Un cuore logorroico” dell’iglesiente Stefania Congiu, in una serata in collaborazione con la Libreria-Sala da tè “Storytelling” di Gonnesa. Sempre in collaborazione con quest’ultima e dell’associazione Villaggio Normann, nella frazione omonima, l’associazione Argonautilus ha diretto la serata “Ricordando Fernanda Pivano”, dedicata alla traduttrice, scrittrice, giornalista venuta a mancare nel 2009, in un evento con Enrico Rotelli, scrittore e biografo di Fernanda Pivano e Serena Danna, vicedirettrice di Open. Gli ospiti hanno dialogato con Eleonora Carta e Claudia Aloisi e l’evento è stato anche trasmesso in diretta sulla pagina Facebook di Argonautilus. A breve si svolgerà anche la terza edizione del Big Blue Festival, dedicato al mare e alla sua salvaguardia. Il blocco delle pagine Facebook e dei profili degli organizzatori ha sicuramente creato una battuta d’arresto e non poco sgomento, dato che i profili personali sono anche lavorativi. L’associazione sta ancora cercando di venire a capo di quelle che sono state le motivazioni della piattaforma, e ha ringraziato sulle stesse pagine social tutti coloro che in un modo o nell’altro li hanno aiutati a mantenere i contatti nonostante la cancellazione e a continuare la divulgazione degli eventi in programma.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: