“A fuoco sull’uomo”, la fotografia che racconta le periferie

Prosegue la rassegna online Spazi di Frontiera promossa dalle compagnie teatrali La Cernita e Albeschida con il fotografo Mauro Liggi

di Giulia Loi 

Nel quinto appuntamento online della rassegna “Spazi di Frontiera” si è parlato di fotografia e poesia; nella diretta Facebook, Cinzia Crobu ha intervistato Mauro Liggi, fotografo, poeta e medico, in un incontro moderato da Monica Porcedda e con la partecipazione di Angela Nocco. Sono state proiettate le fotografie degli ultimi progetti dell’artista, con un accompagnamento di musica, con testi e poesie di Andrea Melis. L’incontro, intitolato “A fuoco sull’uomo”, si è basato infatti sulle immagini tratte dai lavori di Liggi che si sono concentrati sulle strade e le periferie delle città. Nel libro “Una magica vita: racconto fotografico sugli artisti del Circo Paniko”, l’autore ha fotografato nella vita di tutti i giorni e nel dietro le quinte gli artisti del circo itinerante “Paniko”, raccontando lo stile di vita semplice di persone che hanno dedicato la loro vita al teatro, allo spettacolo e all’arte. “Finestrini al plasma” è invece la mostra frutto di un itinerario svolto nel quartiere cagliaritano di Sant’Elia, che Liggi ha realizzato scattando le foto dal finestrino dell’autobus. Il fotografo ha raccontato il suo metodo di lavoro e le emozioni, quelle provate e quelle da trasmettere. È stata occasione anche per parlare di poesia e delle difficoltà della cultura in pandemia e di come gli artisti abbiano cercando nuove strade per non fermarla. Monica Porcedda ha anche ricordato come, con l’entrata in zona gialla della Sardegna, la rassegna “Spazi di Frontiera” promossa dalle compagnie “La Cernita” e “Albeschida” potrà proseguire finalmente in presenza con i laboratori creativi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: