Un Girotonno all’insegna della sostenibilità

girotonno 1

Carloforte. Ambiente e identità tabarchina in primo piano nella kermesse “plastic free” in programma dal 29 maggio al 2 giugno

di Nicolo Capriata

La prossima edizione (diciottesima) del Girotonno, che si svolgerà dal 29 maggio al 2 giugno, sarà improntata su una politica di sostenibilità con particolare riguardo ai criteri ambientali e all’identità tabarchina con le sue tradizioni storiche e culturali. È quanto emerso dal secondo workshop partecipativo tenutosi lo scorso giovedì (il primo si era svolto nel dicembre del 2019) promosso dal Comune di Carloforte e dalla Flag Sardegna sud-occidentale che è un’agenzia per lo sviluppo costiero del Sulcis-Iglesiente organizzatrice del progetto. All’incontro sono stati invitati gli operatori turistici e le associazioni isolane in particolare quelle culturali. Punto di partenza della discussione che ne è seguita è stato, ovviamente, l’impegno dell’amministrazione comunale a migliorare la sostenibilità della manifestazione dal punto di vista ambientale, culturale ed economico. Si è parlato, per quanto riguarda gli aspetti ambientali, di una riduzione della plastica e della carta sostituendola con supporti ecologici quali ad esempio la carta riciclata. Ci si è soffermati tra le altre cose sulla mobilità dei mezzi, preferendo naturalmente quelli a propulsione elettrica. Per quanto riguarda la prospettiva culturale e sociale è emersa la necessità di un rafforzamento delle iniziative culturali: l’evento si chiama Girotonno ma fino adesso quasi tutti i visitatori non hanno visto o saputo niente delle tradizioni della pesca o della storia delle tonnare. Si è parlato anche di eliminazione di barriere architettoniche e di iniziative contro lo spreco alimentare. Infine per gli aspetti economici è stato considerato molto importante la valorizzazione e la promozione dei tanti prodotti enogastronomici tipici del luogo. Tutte queste modalità di sostenibilità saranno costantemente monitorate durante lo svolgimento dell’evento. Tutto quindi molto bello e se vogliamo all’avanguardia. Se gli intenti manifestati verranno realizzati sarà certamente un successo. Staremo a vedere: se son rose fioriranno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: