“Il vento sul ginepro”, l’amore nonostante le difficoltà

3 minuti di lettura

È stato presentato nel giardino della biblioteca di Iglesias “Il vento sul ginepro”, il nuovo libro della scrittrice Rosanna Pibiri

di Giulia Loi 

Il 29 giugno nel giardino della biblioteca comunale di Iglesias è stato presentato il terzo e ultimo libro della scrittrice Rosanna Pibiri, “Il vento sul ginepro”, evento organizzato dall’associazione culturale “Remo Branca” di Iglesias, che da anni con il suo laboratorio di prosa e poesia incoraggia tanti autori alla scrittura delle loro opere. La serata è stata moderata da Paola Pruna, che ha presentato l’autrice, originaria di Domusnovas ma che ormai da cinquant’anni vive in Puglia a seguito del cambio di sede del lavoro del marito. Dopo i suoi primi due libri ambientati in Puglia, “Brigida” e “Il Terrone”, l’autrice ha deciso di “rimediare al tradimento fatto alla mia terra d’origine parlando finalmente della Sardegna”, come ha detto lei stessa durante la presentazione. La storia infatti racconta di Bonaria e Gavino, due giovani innamorati che per stare insieme dovranno superare tantissime vicissitudini, anche drammatiche. Sicuramente alla scrittura hanno contribuito diversi fattori: l’amore per la terra natia, mai scomparso nonostante il vivere da anni in un’altra regione; i ricordi di infanzia; la possibilità di dedicarsi alla scrittura nei lunghi tempi di chiusura a causa della pandemia. La stesura del romanzo ha infatti richiesto circa due anni, il periodo di scrittura più fruttuoso è stato tra il febbraio e il maggio del 2020, quando l’autrice che si trovava in Sardegna non è potuta tornare in Puglia per il sopraggiungere della pandemia. La storia si colloca in quel periodo storico in cui la comunità desulese arriva nell’iglesiente, stabilendosi poi definitivamente. Ricordi di infanzia legati a questo fatto storico hanno fatto scattare l’idea per la stesura del romanzo, per il quale l’autrice si è ben documentata su usi, costumi, tradizioni dei desulesi. La presentazione del libro ha permesso al pubblico presente di chiacchierare e scambiarsi ricordi e opinioni, in un clima leggero, complice anche il ritrovarsi a riunirsi dopo tanti mesi in cui non è stato possibile farlo per l’emergenza sanitaria.

Latest from Blog

Salvate la sanità sarda!

Sindacati, sindaci e numerosi cittadini in marcia dall’ospedale Santa Barbara al CTO di Iglesias, una mobilitazione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: