È morto Araldo Cavallera, l’artista del monumento ai caduti del mare

Costernazione a Carloforte per l’improvvisa morte dello scultore e pittore. L’ultima opera, in segno d’affetto, per l’Isola che tanto amava

di Nicolo Capriata

Lo scultore e pittore Araldo Cavallera è morto all’improvviso nei giorni scorsi. Tanti carlofortini, dove l’artista era molto conosciuto ne sono rimasti costernati. Araldo era nipote di Giuseppe Cavallera precursore del socialismo in Sardegna e fondatore della lega dei battellieri a Carloforte. Araldo non aveva mai dimenticato le sue origini (la mamma, Annetta Vassallo, era carlofortina) e tutti gli anni ritornava a Carloforte che amava tantissimo. Quando gli chiesero se volesse realizzare il monumento ai caduti del mare accettò subito con grande entusiasmo. Tanto che immediatamente accolse di realizzare la sua opera in modo completamente gratuito. Come dono e segno dell’affetto che nutriva per i carlofortini. Questa sua ultima scultura fu completata prima del suo decesso, ha solo da essere fissata sul piedistallo. Sicuramente quando il monumento verrà inaugurato, gli isolani oltre a ricordare i loro morti in mare, eleveranno un pensiero sincero e commovente anche al suo autore.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: