Azione Cattolica: a Carbonia servono fatti concreti per ritrovare dignità e serenità

Dopo i furti e le rapine avvenuti recentemente a Carbonia, un comunicato dei gruppi di Azione Cattolica delle parrocchie cittadine

di AC parrocchie di Carbonia

In riferimento ai recenti episodi, che hanno colpito nel profondo la nostra città, l’Azione Cattolica delle parrocchie di Carbonia non può non denunciarne l’assoluta gravità, soprattutto in considerazione del ripetersi degli stessi quasi giornalmente a più riprese. Proprio mentre cerchiamo di ricostruire una socialità e una tranquillità limitata dall’emergenza Covid, ci troviamo di fronte un ostacolo ben più grave: l’azione di persone che si sentono in diritto di risolvere i loro problemi appropriandosi del frutto del lavoro di altri concittadini, mettendo in pericolo la vita degli stessi e minando in maniera preoccupante la serenità che ci faceva sentire a casa anche “fuori casa”. Pensiamo che cambiare nome agli eventi, furti o rapine, non renda meno grave ciò che sta accadendo a casa nostra e segna in profondità la vita dei commercianti vittime di questi fatti, dei loro dipendenti e delle rispettive famiglie, che già sono stati a lungo segnati dalla chiusura delle loro attività nel periodo del lockdown. Assicuriamo a tutti loro tutto il nostro sostegno. Ci uniamo al loro grido, che chiede un intervento, immediato e non più procrastinabile, delle autorità competenti al fine di trovare al più presto una soluzione adeguata che restituisca a ciascuno di loro e a tutta la città la sicurezza che ormai è quasi un triste ricordo. Tutta questa situazione, portata all’estremo dal degrado sociale di cui tanti, giovani e meno giovani, sono vittime attende immediate risposte, con fatti concreti e non a parole, anche sul campo di adeguate politiche di coinvolgimento e reinserimento sociale per restituire dignità e serenità alle singole persone all’intera comunità cittadina.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: