Il Thinking Day del gruppo Iglesias 1

DSC_0068

“Del nostro meglio, sempre pronti a servire”, la Giornata del Pensiero del gruppo Iglesias 1 nella parrocchia di Bacu Abis

articolo a cura della Comunità Capi dell’Iglesias 1

Eccoci qui, a festeggiare un altro Thinking Day, in Italia più comunemente denominato “Giornata del Pensiero”. Il 22 febbraio si ricorda la nascita del fondatore dello scautismo Baden Powell e di sua moglie Olave. La tradizione vuole che in questo giorno gli scout di tutto il mondo festeggino, idealmente e in comunione, il loro fondatore, adoperandosi a diffondere la proposta e il metodo scout.
Ma perché festeggiare ancora oggi la Giornata del Pensiero? Perché festeggiare Baden Powell significa che lo scautismo ha ancora molto da offrire a bambini e ragazzi.
Il primo campo scout realizzato nel 1907 nell’Isola inglese di Brownsea ha costituito il momento ufficiale da cui tutto è partito e da allora lo scautismo ha attraversato luoghi, ha raggiunto cuori e menti, ha generato esperienze ed avventure, superando confini di spazio e di tempo. Si, perché a quasi 113 anni da quella prima esperienza la proposta educativa scout è realtà viva, che si rinnova e si caratterizza nei luoghi dove trova terreno fertile per far nascere occasioni di crescita per bambini e ragazzi che entrano a far parte del Grande Gioco, in un clima di comunità, solidarietà, gioia, responsabilità, autonomia e avventure, accompagnati da Capi che vivono un servizio cristiano, nella semplicità di sentirsi Servi Inutili, ma con la consapevolezza di far parte di qualcosa di grande: essere testimoni della fede e nella fede attraverso il servizio ai più piccoli, con uno specifico metodo educativo! Un servizio fatto con competenza, preparazione e amore!
Ecco perché domenica scorsa il nostro Gruppo Scout ha voluto rinnovare i festeggiamenti del Thinking Day! Ecco perché abbiamo scelto di farlo in una località, Bacu Abis, e stare in mezzo alla gente, ospiti di una comunità che ci ha accolto con piena disponibilità, mettendoci a disposizione tempo, spazi per giocare ed entusiasmo.
La tradizione del nostro Gruppo vuole che in questa giornata, oltre ad essere presenti i lupetti, gli esploratori e le guide, i rover e le scolte, abbiano un ruolo importante anche le famiglie e gli amici vicini al Gruppo, che partecipano e giocano insieme ai loro ragazzi! Attraverso il gioco, infatti, si cerca di far sperimentare, seppur in maniera diversa e più semplice, il metodo e alcune delle tecniche scout.
Abbiamo aperto la giornata con la celebrazione della Santa Messa, officiata dal nostro Assistente Ecclesiastico don Giuseppe Tilocca, che ha sapientemente ricordato che le parole del Vangelo di domenica le ritroviamo nella nostra Legge Scout, in particolare nell’articolo in cui si enuncia che “La Guida e lo Scout sono amici di tutti e fratelli di ogni altra Guida e Scout”. Ci ha invitati a fare il Bene sempre e comunque, verso gli amici e i fratelli ma soprattutto verso quelli considerati “nemici”: solo così così potremmo avere la consapevolezza di aver “lasciato il mondo un po’ migliore di come lo si è trovato”.
Abbiamo “giocato” avendo come riferimento il Motto delle tre branche, “Del mio Meglio, sempre Pronto a Servire”, accompagnati da Baden Powell e dalla moglie Olave, che si sono visti catapultati nel nostro tempo a scoprire la realtà che vivono oggi i ragazzi!
Abbiamo intervistato bambini, ragazzi e genitori utilizzando le tecnologie moderne, per capire sempre di più le loro impressioni ed emozioni nel vivere l’esperienza scout!
Un pensiero speciale è andato, infine, ai fratelli scout che vivono in territori dove sono presenti fenomeni mafiosi; molte delle loro sedi e basi scout sono beni confiscati alla mafia, a cui hanno dato nuova e positiva vita: molti di questi spazi, però, sono stati vandalizzati e distrutti. Per questo motivo i partecipanti alla Giornata hanno voluto donare un contributo per il loro ripristino (Operazione AGESCI Nazionale #piùbellediprima).
Ancora una volta, dopo oltre 30 anni, abbiamo vissuto la Giornata del Pensiero con gioia, condivisione, contenuti e convivialità, insieme alle famiglie e a coloro che non appartengono più all’Associazione, ma che partecipano a questi momenti per restare vicini al Gruppo e al mondo scout!
È con piacere che ringraziamo la Parrocchia di Santa Barbara di Bacu Abis, il Comune di Carbonia e il prezioso signor Remo!

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: