Una statuina del presepe in dono al Vescovo

370 visualizzazioni
1 minuto di lettura

Il dono di Confartigianato e Coldiretti: l’immagine dell’imprenditore che usa la tecnologia, il lavoro che oggi unisce modernità e tradizione

La statuina raffigurante un imprenditore che usa la tecnologia è il nuovo personaggio del presepe 2021 di Confartigianato, Coldiretti e Fondazione Symbola. Confartigianato Sud Sardegna e Coldiretti di Cagliari ne hanno donato una copia lunedì mattina al vescovo di Iglesias, mons. Giovanni Paolo Zedda. Realizzata in cartapesta dalla maestria artigiana, la statuina rappresenta gli uomini e le donne di buona volontà impegnati, con le loro aziende, a costruire un futuro nuovo, all’insegna dell’innovazione e della sostenibilità.
Alla breve cerimonia di consegna, avvenuta nel palazzo vescovile, hanno partecipato la Vice Presidente Norella Orrù e il Segretario Pietro Paolo Spada di Confartigianato Sud Sardegna, il rappresentante di Coldiretti Sud Sardegna Sergio Lai, e il Direttore Regionale di Coldiretti Sardegna Luca Saba. “Quest’anno l’elemento del presepe che doniamo a Sua Eccellenza, ci è particolarmente caro, in quanto rappresenta il lavoro e la fatica della nostra compagine sociale – commenta la Vicepresidente di Confartigianato Sud Sardegna, Norella Orrù – l’imprenditore che, anche in questi momenti di grave difficoltà, non ha mai abbandonato il ruolo di fornitore di prodotti e di servizi, consentendo ai cittadini di affrontare le difficili problematiche sollevate dalla pandemia”.
Come spiega il Segretario di Confartigianato Sud Sardegna, Pietro Paolo Spada: “Il presepe è elemento fondamentale delle festività natalizie, richiama quello realizzato da San Francesco nel Natale del 1223 a Greccio e da allora si è sviluppato in tutte le aree del Paese per raccontare la devozione, ma anche le sfide quotidiane, la gioia e l’impegno nel lavoro e in famiglia attraverso personaggi figli dell’ispirazione religiosa ma anche della modernità, proprio come l’imprenditore. Una tradizione che si rinnova e alla quale abbiamo voluto rendere omaggio”.
Mons. Zedda ha ringraziato Confartigianato Sud Sardegna e Coldiretti di Cagliari per il presente, sottolineando la personale vicinanza al mondo del lavoro, con un pensiero particolare per gli artigiani e i lavoratori della terra con le loro famiglie colpiti dalla crisi e anche dalle recenti alluvioni che, specialmente nel Basso Sulcis, hanno creato gravi danni alle imprese e alle coltivazioni.

© Riproduzione riservata
Pubblicato su “Sulcis Iglesiente Oggi”, numero 45 del 26 dicembre 2021

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: