“Domino”, malgrado i tanti problemi arriva al cinema il film di De Palma

Un tempo, il nome di un celebre regista dietro la macchina da presa era sinonimo di grandi produzioni, assoluta libertà creativa e favolosi incassi al botteghino. In questo cinema sempre più ostaggio dei nuovi mezzi di comunicazioni e dello sfruttamento immediato di qualsiasi contenuto, l’equazione non è più esatta, come ha potuto constatare in maniera diretta un grande regista come Brian De Palma, al centro con il suo film “Domino” di una vera e propria odissea produttiva. Un film nato sotto una cattiva stella fin dalle prime fasi della produzione, con il fallimento dichiarato da alcuni finanziatori e con diverse vicissitudini che hanno portato ad avvicendamenti nel cast degli interpreti e ad un montaggio finale che è stato ripudiato da De Palma, indignato al punto di minacciare azioni legali per tutelare la sua visione dell’opera. Le tante tribolazioni sono evidenti di fronte al risultato finale, non pienamente convincente, anche se i fan del regista italoamericano apprezzeranno sicuramente un’opera minore e sfortunata, nella quale sono presenti però numerosi elementi cari all’universo di De Palma. “Domino”, malgrado i suoi tanti difetti, si muove abilmente sul sottile confine che separa il thriller della spy story, costruendo una credibile atmosfera di minaccia incombente, grazie anche ai richiami alla cronaca più recente ed all’ondata terroristica dell’estremismo islamico. Il film racconta la storia della vendetta di Christian, integerrimo poliziotto danese che ha visto il suo collega Lars morire per mano del terrorista libico Ezra Tarzi. Insieme alla collega Alex, Christian inizierà una caccia all’uomo nelle principali città europee, per arrivare al terrorista prima della CIA ed eliminarlo definitivamente. Tra citazioni del cinema di Hitchcock e sequenze mozzafiato, il film di De Palma riesce a tenere alta la tensione, grazie al ben congegnato meccanismo a scatole cinesi ed all’interpretazione del protagonista Nikolaj Coster-Waldau, volto noto de “Il Trono di Spade”, pienamente a suo agio sia nelle sequenze d’azione che nelle parti più puramente investigative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: