Servizio Civile, 12 posti alla Caritas

post_genericoragazzi-tagliato

Caritas diocesana di Iglesias. Le domande vanno presentate entro il 28 settembre 2018

Servizio Civile Nazionale, opportunità per 12 giovani

di Elena Sanna, Referente Area giovani e servizio civile della Caritas diocesana di Iglesias

IMG-20171027-WA0014

Il 20 agosto 2018 il “Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale” ha pubblicato un bando nazionale per la selezione di 28.967 giovani volontari, dai 18 ai 28 anni, da impiegare in progetti di servizio civile in Italia e all’estero. Caritas Italiana vede finanziati 199 progetti in Italia, per un totale di 1.398 posti, e 6 progetti all’estero (per 42 posti). La Caritas diocesana di Iglesias ha partecipato con tre progetti tutti finanziati: “La vecchiaia può attendere” (4 posti); “Parlami, Ti Ascolto” (4 posti); “Oltre l’accoglienza” (4 posti). Questi progetti sono il frutto di un’attenta analisi del nostro contesto diocesano, nel quale la popolazione locale sta registrando un progressivo invecchiamento, un disagio del mondo giovanile, e non solo, in ambito relazionale, familiare, nel mondo del lavoro e dell’istruzione. Proprio su questi temi, i giovani in Servizio Civile saranno chiamati a vivere delle esperienze significative.
I giovani selezionati saranno impegnati attivamente, anche attraverso un percorso di formazione, nelle seguenti sedi: Centro di ascolto diocesano “Marta e Maria” – P.za Municipio 1, 09016 Iglesias (ingresso da Via della Decima); Centro di ascolto diocesano “Madonna del Buon Consiglio” – Via Satta 150, 09013 Carbonia; Casa di prima accoglienza “Santo Stefano” – Via Tangheroni 3 , 09016 Iglesias; “La Casa dei nonni”, della Società cooperativa sociale “Antigone” – Via Filzi 2 (Serbariu), 09013 Carbonia (progetto in accordo di partenariato).
Le attività dei giovani si affiancheranno a quelle dei volontari e/o operatori già presenti. Tutte le informazioni dettagliate, relative ai progetti, sono disponibili presso il portale di Caritas Sardegna (www.caritassardegna.it). Si può inoltre contattare la Caritas diocesana di Iglesias (all’indirizzo e-mail: areagiovani@caritasiglesias.it).
La domanda di partecipazione alla selezione e la relativa documentazione vanno presentati all’ente che realizza il progetto scelto. Si può inviare la domanda via PEC, con raccomandata a/r oppure presentarla a mano entro e non oltre le 18.00 del 28 settembre 2018 presso la sede della Caritas diocesana di Iglesias, in Piazza Municipio 1, Iglesias, secondo le modalità previste dal bando (non fa fede quindi la data del timbro di spedizione bensì quella di effettivo recapito all’Ente). Si ricorda che le domande pervenute oltre il termine stabilito non saranno prese in considerazione.
Alla domanda dovranno essere allegati: copia della carta d’identità in corso di validità, del codice fiscale e del curriculum vitae debitamente firmato dal soggetto richiedente e corredato dai titoli in possesso e da ogni altra documentazione significativa, oltre agli allegati 3, 4 e 5 presenti sul sito insieme alla domanda.

La vecchiaia può attendere
Il progetto di Servizio Civile “La vecchiaia può attendere”, promosso insieme alla Cooperativa Sociale Antigone, nasce da una attenta analisi del territorio e si allinea agli obiettivi condivisi delle Caritas a livello nazionale, che mirano in particolare alla prevalente funzione pedagogica. A tal proposito l’obiettivo generale del progetto prevede di avvicinare i giovani alla terza età. I volontari offrirebbero infatti un valido supporto agli educatori della struttura per anziani “La Casa dei Nonni”, affiancandoli costantemente e mettendosi al servizio degli ospiti con un aiuto concreto.

Parlami ti ascolto
Il progetto “Parlami, ti ascolto”, è un progetto dedicato all’ascolto, in continuità con quelli sviluppati negli anni scorsi dalla Caritas diocesana di Iglesias. L’obiettivo generale del progetto è quello di consolidare la presenza dei Centri di ascolto nel territorio attraverso lo sviluppo della sua specificità (ascolto, orientamento e accompagnamento) e coltivare le proprie competenze in spirito di effettiva collaborazione con le altre realtà. Da un’attenta analisi si denota che le difficoltà incontrate dai giovani oggi, sono anche quelle legate ad una tendenziale chiusura e ad una resistenza ad aprirsi ed esporre liberamente il proprio disagio. Soprattutto per tale ragione si ritiene che i migliori ascoltatori dei giovani possano essere altrettanti giovani qualificati e accompagnati da figure esperte.

Oltre l’accoglienza
Il progetto “Oltre l’accoglienza”, in relazione con gli obiettivi del Servizio Civile volontario, ha come fine quello di contribuire alla costruzione di una società basata sullo spirito di accoglienza, di attenzione e di servizio ai fratelli più bisognosi, garantendo ai giovani una esperienza educativa e formativa. È un’occasione di crescita personale significativa, un’opportunità di educazione alla cittadinanza attiva favorendo lo sviluppo di una propria coscienza libera da pregiudizi attraverso la conoscenza, l’incontro e il confronto con gli ospiti italiani e stranieri della struttura, contribuendo in tal modo alla cura del patrimonio sociale del nostro Paese.

17704903-0654-47c5-bd77-e47b78086767


Pubblicato su “Sulcis Iglesiente Oggi”, numero 30 del 9 settembre 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: