Mostra liturgica a Carloforte

20180826_102925

Carloforte. Una mostra liturgica nella parrocchia di San Carlo Borromeo

di Nicolo Capriata

Per la seconda estate consecutiva don Gianni Cannas parroco in San Carlo Borromeo ed alcuni suoi valenti collaboratori hanno allestito la mostra liturgica. E per la seconda volta è stato un successo. Un migliaio di persone hanno visitato la mostra, aperta dal 5 al 26 agosto solamente per un paio d’ore la sera (nelle domeniche anche di mattina). In bella esposizione: statue, calici, ostensori, pissidi, pianete e paramenti vari. Oggetti preziosi e pregiati come la piccola statua di una Madonna giunta a Carloforte intorno ai giorni del grande rapimento (setembre1798) o quella della Madonna del Carmine con San Simone Stok risalente ai primi anni del Settecento. E tra queste effigie, la statua lignea di Sant’Anna che ha un inestimabile valore storico: fu portata da Tabarca nel 1738 dai coloni che fondarono Carloforte. Don Gianni Cannas è soddisfatto dell’iniziativa: “La gente è contenta ed apprezza questo ricco patrimonio che la Parrocchia possiede, e poi – aggiunge – sono contento perché ci sono stati tanti bambini e ragazzi che l’hanno visitata con tanta curiosità”. Ma anche tanti adulti hanno potuto ammirare e conoscere (rimanendone anche benevolmente impressionati) parte della storia religiosa isolana apprendendo la prodigiosa storia della Madonna dello Schiavo. Una riproduzione perfetta della Madonnina nera troneggiava infatti al centro del salone espositivo suscitando non poche curiosità. “Il desiderio sarebbe – ha ancora commentato Don Gianni Cannas – di poter esporre tutti questi sacri e preziosi oggetti, attraverso i quali viene narrata la storia liturgica e religiosa della nostra comunità, in modo permanente, ma purtroppo non abbiamo lo spazio necessario. Conto tuttavia di allestirla nuovamente per la prossima estate, perché sull’isola giungono sempre molti turisti e per tanti di essi sarà comunque una novità”. E sarà sicuramente anche un valore aggiunto alla storia e alla cultura del paese.


Pubblicato su “Sulcis Iglesiente Oggi”, numero 30 del 9 settembre 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: