Iglesias. “Chiuso per pensione” il box della carne di Albino Baraglia

Baraglia
Albino Baraglia nel suo box al Mercato civico di Iglesias. Foto di Efisio Vacca

Pubblicato su “Sulcis Iglesiente Oggi”, numero 1 del 14 gennaio 2018


di Mariangela Muntoni

Ha salutato con emozione e nostalgia colleghi e clienti, la mattina del 30 dicembre scorso, Albino Baraglia, macellaio e rivenditore di carni bovine nel suo box del mercato civico di Iglesias: è arrivato alla pensione e ha dato l’addio, con un’espressione visibilmente commossa, al suo tanto amato mestiere messo al servizio di numerosissime persone che lo hanno stimato e lo stimeranno sempre per la simpatia, la cordialità e la professionalità che lo hanno contraddistinto. Iglesiente, sessantanove anni compiuti, ha iniziato a praticare il mestiere di macellaio da quando ne aveva appena tredici ma, dal 1976, lo esercita per conto proprio dopo aver lavorato anche in esercizi esterni all’ambito del mercato civico. “Ho avuto tanti maestri che mi hanno insegnato a lavorare le carni – racconta – e quelle esposte nel mio banco sono sempre state provenienti da allevamenti sardi, soprattutto da Guasila: inizialmente, per macellare, si scendeva al mattatoio ma, con le nuove leggi, è stato necessario trasferirsi in altri siti per abbattere i capi di bestiame”. “La mia clientela – continua – in tutti questi anni è stata variegata e chi ha acquistato da me è diventato anche amico: dico grazie a queste persone perché tramite loro sono arrivato a questo traguardo che mi gratifica tantissimo. Mi mancheranno le conversazioni con loro, lo scambio di opinioni, i commenti sui problemi quotidiani: lascio questa attività serenamente e vorrei portare avanti ancora il dovere di padre a tempo pieno nei confronti di mie figlie che rappresentano una grandissima eredità che mi ha lasciato la mia adorata moglie, purtroppo scomparsa e prego il buon Dio che mi sostenga nell’andare avanti per conoscere anche i miei nipotini”. Appenderà definitivamente così il suo grembiule al quale sono legati tanti anni della sua vita, ricordi, visi, sacrifici ma anche gratificazioni e soddisfazioni personali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: